fbpx

Cattedre di Ricerca

Cattedra "Gloria Crucis"

La Cattedra Gloria Crucis, costituita per iniziativa della Congregazione della Passione di Gesù nell’Ente giuridico CIPI (Comunità interprovinciale dei Passionisti d’Italia), ha lo scopo di promuovere la memoria della Passione di Cristo e di approfondire la consapevolezza del suo significato e del suo valore per ogni uomo e per la vita del mondo. La Passione di Cristo – “la più grande e stupenda opera del divino amore” (S. Paolo della Croce) –, diventa il rimedio più efficace per i mali del mondo. In questo vi è tutta la forza della particolare missione nella Chiesa: “Noi predichiamo Cristo crocifisso” (1Cor 1,23), di cui anche proclamiamo: “È risorto” (Mt 28,6). La conoscenza della Passione di Cristo e degli uomini costituisce l’unico mistero di salvezza.

La Cattedra costituisce una struttura operativa interdisciplinare ed ogni attività svolta è compiuta sotto la vigilanza del Rettore pro tempore della Pontificia Università Lateranense, che autorizza l’esecuzione del piano annuale di attività proposto dal Direttore della Cattedra stessa. La CIPI, in accordo con il Rettore della Pontificia Università Lateranense, propone un docente quale Direttore della Cattedra.

Il Direttore, che dura in carica tre anni, presiede un Comitato Scientifico, del quale fanno parte tre docenti indicati dalla CIPI e altri tre designati dal Rettore della Lateranense. Il Comitato Scientifico è convocato dal Direttore almeno due volte ogni anno accademico e quando il Rettore della Pontificia Università Lateranense ne ravvisi la necessità. Esso detta le linee di ricerca e di approfondimento della Cattedra, propone i docenti collaboratori e suggerisce le possibili iniziative scientifiche pluriennali. È dovere del Direttore della Cattedra:

  • organizzare cicli di lezioni o seminari ed invitare a tenerli professori interni o esterni alla Lateranense, previo assenso del Rettore;
  • organizzare conferenze, mostre, convegni, congressi;
  • provvedere alla diffusione di quanto elaborato in seno alla Cattedra, curando l’eventuale edizione di contributi scientifici;
  • curare la realizzazione di un Centro di documentazione sulla Passione di Cristo;
  • favorire e sostenere iniziative attinenti la spiritualità della Passione di Cristo.

È compito del Direttore sottoporre all’autorizzazione del Rettore il piano annuale di attività, dopo averlo esaminato in seno al Comitato Scientifico, tenuto conto della prospettiva interdisciplinare della Cattedra stessa. La CIPI mette a disposizione della Cattedra la Rivista La Sapienza della Croce, di cui conserva la proprietà. La Rivista ha il proprio Direttore, un Consiglio di Redazione e una propria amministrazione. La Cattedra è dotata di un patrimonio autonomo e viene finanziata in via ordinaria dalla CIPI e dal reddito delle attività che essa promuove; in via straordinaria da contributi di benefattori.

 

CONTATTI
Direttore: Prof. P. Fernando Taccone, C.P.
E-mail: gloriacrucis@pul.it

La Cattedra costituisce una struttura operativa interdisciplinare e si riferisce a tutte le Facoltà ed Istituti collegati o costituiti presso la Pontificia Università Lateranense. Ogni attività svolta dalla Cattedra è compiuta sotto la vigilanza del Rettore pro tempore della PUL, che autorizza l’esecuzione del piano annuale di attività proposto dal Direttore della Cattedra. Il Rettore nomina il Direttore della Cattedra che ha durata di un triennio e un Comitato scientifico in accordo con i Decani e i Presidi dell’Università.
Le finalità della Cattedra sono le seguenti:

  • a) promuovere il dialogo culturale con le Istituzioni accademiche, pontificie e statali, e con i centri che sono interessati allo studio approfondito di san Tommaso d’Aquino, in particolare con la Pontificia Accademia di san Tommaso;
  • b) incoraggiare lo studio di san Tommaso, istituendo premi e borse di studio per Dissertazioni dottorali meritevoli nell’ambito degli studi tomistici;
  • c) attivare ogni anno corsi filosofici, storici, teologici e giuridici riguardanti il pensiero di san Tommaso e il suo contesto storico e culturale;
  • d) sviluppare una proposta di lettura e commento dei testi di san Tommaso (lectura Aquinatis) attraverso lo studio delle fonti, l’analisi lessicografica e lessicologica dei testi, la riflessione sistematica sulle singole opere, la valorizzazione del pensiero tomistico nel confronto con le questioni della cultura moderna e contemporanea.

È dovere del Direttore della Cattedra:

  • a) sensibilizzare la comunità universitaria in ordine alla conoscenza del tomismo, organizzando conferenze ed altre iniziative a tal fine;
  • b) prevedere lezioni o seminari, con la possibilità di avvalersi di Visiting Professors;
  • c) curare le relazioni con istituzioni accademiche e centri culturali esterni alla Pontificia Università.

Il Direttore sottopone al Rettore della Pontificia Università Lateranense un piano annuale di attività della Cattedra e, ottenuta l’approvazione, si impegna a realizzarlo con la collaborazione del Comitato scientifico. I corsi attivati in seno alla Cattedra assicurano i corrispondenti crediti, secondo le norme comuni dell’Università Lateranense. La Cattedra viene finanziata in via ordinaria mediante le risorse della Pontificia Università Lateranense. In via straordinaria, e ogni qualvolta il piano delle attività comporti un budget superiore a quello garantito dall’università, il Rettore si riserva di accettare, ottenere ed acquisire qualunque lascito, immissione e acquisto di beni che ritenga opportuno. Qualora i donativi risultino superiori alle necessità, l’avanzo sarà utilizzato negli esercizi annuali successivi.

 

CONTATTI
Direttore: Prof. Mario Pangallo
E-mail: pangallo@pul.it

Cattedra di San Tommaso e il pensiero contemporaneo

Cattedra “Diritto dei mercati finanziari”

Area di Ricerca Caritas in Veritate

La Cattedra ha lo scopo di illustrare la disciplina giuridica dei mercati finanziari, con particolare riguardo ai mercati regolamentati, nei quali sono negoziati strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, titoli di Stato, etc). La materia trattata è quella regolamentata dal d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (“Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria”) e dei relativi regolamenti Consob di attuazione.

L’obiettivo è fare acquisire agli studenti la conoscenza dei principi generali e delle norme posti alla base della disciplina. I principali segmenti nei quali si articola la Cattedra riguardano, oltre alle fonti normative, i servizi d’investimento e gli intermediari finanziari, i mercati regolamentati e i sistemi alternativi di negoziazione, la disciplina degli emittenti.

 

Direttore: Prof.ssa Maddalena Marchesi
marchesi@pul.it

La Cattedra Cardinal Roberti, coerentemente con quella che fu la principale intuizione dottrinale del noto processualista Francesco Roberti, nonché eminente docente dell’Institutum Utriusque Iuris, oltre a diffondere il suo pensiero e la sua giurisprudenza, è soprattutto finalizzata a promuovere iniziative di studio (conferenze, corsi, pubblicazioni) caratterizzate dalla comparazione tra il sistema processuale canonico ed altri sistemi processuali secolari.

 

CONTATTI
Direttore: 
E-mail: cattedraroberti@pul.it

Cattedra "Cardinal Roberti"